Scopri nuove opportunità di mercato

a

Scopri nuove opportunità di mercato

Esistono potenziali mercati nascosti? Dove apro un nuovo punto vendita?
Incrociando i dati Visualitica ti aiuta a scoprire nuove opportunità di mercato.

 

Premessa: questi esempi sono basati su casi reali di richieste da parte di uno specifico cliente. I dati presentati sono però falsati in ottica puramente esplicativa.

 

ESIGENZA

In questa case history parliamo di una richiesta che ci è stata posta di frequente: posso avere informazioni utili per valutare l’apertura di nuovi punti vendita in territori attualmente non presidiati?
Uscendo dai circuiti delle città più grandi e blasonate, esistono nicchie di mercato interessanti anche in altri territori?
L’esempio sotto è focalizzato sul territorio italiano, ma è applicabile a qualunque paese.

 

DAL DATO ALLA RISPOSTA

 

Step 1: incrociamo i dati digitali (website e Facebook) con i dati Istat relativi alla popolazione.

Per prima cosa abbiamo mappato tutti gli utenti che si collegano ai canali digitali dell’azienda dalle varie città (schermata 1). Il dato che ne emerge è abbastanza banale: il maggior numero degli utenti proviene dagli agglomerati urbani più grandi (Milano, Roma e Napoli).
Ma incrociando questi dati con i dati Istat relativi alla distribuzione della popolazione, abbiamo ottenuto un dato pesato e quindi decisamente più rilevante: il numero di sessioni ogni 1.000 abitanti (schermata 2).

 

 

Questo incrocio ci mostra subito, per esempio, che Roma e Napoli sono un mercato molto meno interessante di quanto poteva sembrare a prima vista. Vediamolo nel dettaglio (schermata 3):

 

 

Il dato assoluto delle sessioni mensili provenienti da Roma è di 62.028, il secondo più alto dopo Milano. Tuttavia il dato pesato ci mostra che il numero di sessioni per 1.000 abitanti è solo 21,59: una media decisamente più bassa rispetto a quella di città “minori”, come per esempio Merano, Taormina e Vicenza.

 

Step 2: incrociamo i dati ottenuti con i dati del gestionale relativi alla distribuzione dei punti vendita.

Facendo un ulteriore passo in avanti, abbiamo incrociato i dati ottenuti con quelli relativi alla distribuzione dei punti vendita provenienti dal gestionale aziendale (schermata 4):

 

 

La mappa e il relativo dettaglio a fianco ci mostrano quali città, tra quelle che hanno dimostrato interesse verso il brand, risultano già presidiate con un punto vendita (in blu) e quali invece ancora non lo sono (in rosso).

Da questa dashboard si può dedurre, per esempio, che Lucca, Treviso e Bergamo rappresentano mercato interessati dove si potrebbe valutare l’apertura di un nuovo punto vendita.

Un ulteriore dettaglio (schermata 5) compara le sessioni mensili pesate con il numero di sessioni totali e la popolazione, mettendo così a disposizione dei clienti tutti i dati utili a valutare la possibile apertura di nuovi punti vendita.

 

 

FONTI DATI UTILIZZATE:

Google Analytics
Facebook Insights
ISTAT
Gestionale

 

Questo è solo un esempio di come i dati possono aiutare le aziende a rispondere a domande strategicamente importanti.

 

L’argomento ti ha interessato? Facci la tua domanda!

Contattaci!